Iseo respinta, la Poule Promozione inizia con il piede giusto

Hydrotherm Busto Arsizio-Argomm Iseo 73-65 (12-13; 40-26; 58-45)
BUSTO: De Franco 4, Marotto 3, Sartori ne, De Vita 4, Preatoni 7, Azzimonti ne, Atsür 10, Tagliabue 7, Pariani 10, Vai 17, Ferrario, Arui 11. All. Nava.
ISEO: Valenti 7, Ghitti, Baroni 10, Marelli 10, Furlanis 4, Dalovic 19, Franzoni 6, Tedoldi 2, Pelizzari ne, Veronesi 2, Mori 5, Medeghini. All. Mazzoli.

BUSTO ARSIZIO – Buona la prima per l’Hydrotherm. Esordio vincente nella Poule Promozione dei ragazzi di coach Gianni Nava, che regolano Iseo e mettono già 6 punti di distanza dall’ultimo posto in classifica. Insieme alla Valceresio, tra l’altro, Busto è l’unica formazione del girone Ovest a fare risultato in questo turno inauguale.

Questa seconda fase, lo ricordiamo, mette di fronte le otto migliori del girone Est con le otto del girone Ovest. Gare di sola andata – quattro in casa, altrettante in trasferta – e punti ottenuti che si vanno a sommare a quelli conquistati nella prima fase, ma solo negli scontri diretti con le altre sette squadre che hanno avuto accesso alla Poule Promozione. A fine aprile scaturirà una maxi-classifica a sedici squadre che determinerà il ranking dei playoff, aperti a tutte le partecipanti. Due le promozioni a disposizione che daranno accesso al campionato nazionale di Serie B 2019/20.

Tornano alla gara con i rappresentanti della Franciacorta, sono proprio gli uomini di Matteo Mazzoli a partire meglio, spinti dalle iniziative di Marelli. La risposta bustocca è praticamente tutta nelle mani di Vai, unico ad andare a segno (3/7 da tre per l’ex Agrigento) in un primo quarto dalle polveri bagnate per i padroni di casa (3/18 dal campo complessivo, 12-13 al 10′).

Il canestro in apertura di seconda frazione di Tagliabue segna il definitivo cambio alla guida del match: Busto sorpassa, Iseo riesce al massimo a pareggiare per un attimo con la tripla d’angolo di Dalovic (16-16) ma poi è una incursione di Marotto a far ripartire immediatamente i biancorossoblù. Atsür, dopo aver fatto 0/2 in lunetta – evento più unico che raro – , attira a sé le attenzioni della difesa ospite e ispira i compagni (27-22 al 18′). E però l’8-0 maturato in 40” lo vero spartiacque della partita: due triple di Vai e 2/2 in lunetta di Arui aggiornano il massimo vantaggio fino al +13, mentre il rimbalzo offensivo di De Franco chiude la prima metà di gara su un più confortante 40-26.

Nuova fiammata di Arui in avvio di ripresa e tabellone che recita 48-29 per i biancorossoblù. I lacuali non hanno però voglia di mollare e lo fanno capire con l’1-13 che costringe coach Nava a fermare il gioco. Busto, che deve anche rinunciare a Tagliabue già gravato di quattro falli al 27′, potrebbe spaventarsi ma fortunatamente rimane ben salda. Il pressing di Iseo non spaventa, mentre è fondamentale il contributo dalla panchina di De Vita e Preatoni (58-45 al 30′).

L’Hydrotherm rieasce a non soffrire anche con l’assetto naniforme – De Franco da “cinque bonsai”, Preatoni da “quattro tattico” – e trova un’altra tripla esiziale dalle mani del suo “Diez” (61-48 al 32′). Iseo ci prova ancora, risalendo fino al 63-57, ma venendo respinta dall’energia di Pariani (69-60 al 39′) e controllando l’ultimo giro di lancetta grazie al 4/4 in lunetta di “Gino”.

Una gara molto intensa e fisica – commenta coach Gianni Nava – in cui entrambe le squadre non hanno voluto fare passi indietro, mettendoci grande energia. Iseo è partita con grande durezza ma noi siamo stati bravi a rimanere agganciati nonostante che, dopo una fiammata di Vai all’inizio, ci siamo un po’ bloccati e abbiamo fatto fatica a fare canestro, non riuscendo nemmeno a dar dentro il pallone e ad attaccare il ferro. Nel secondo quarto siamo però stati bravi a guadagnare quel margine di dieci punti che, in un modo o nell’altro, siamo riusciti a portarci fino alla fine. Anche quando gli ospiti sono arrivati a -6, palla in mano, non ho mai avuto l’impressione che l’inerzia stesse passando di mano, ma Iseo è stata molto brava a rimanere in partita anche quando è scivolata fino a -19.

Per quel che ci riguarda, benissimo l’impatto dei lunghi, pur con qualche sciocchezza: non hanno concesso canestri facili ai pari ruolo avversari, prendendo tanti rimbalzi e lottando su ogni pallone. Tra gli esterni Vai ha fatto canestro nei momenti in cui contava. Anche Atsür, pur non in grandissima serata al tiro, ci ha dato una grande mano nella gestione della palla. Mi è piaciuto molto anche l’impatto di Preatoni che ha saputo rendersi utile da quattro tattico, ha messo canestri importanti e ha difeso. Direi molto bene anche De Vita, che deve imparare a gestire i minuti che gioca e sono convinto possa dare ancora di più”.

Il prossimo impegno dei ragazzi di Gianni Nava è quello fissato per domenica 17 marzo a Gardone Val Trompia, inizio alle ore 18.

I RISULTATI: Gallarate-Soresina 68-72; Saronno-Gardone 69-71; Cermenate-Romano Lombardo 82-83; Piadena-Nerviano 89-69; Pizzighettone-Milano3 91-75; Gazzada-Prevalle 58-72; Hydrotherm Busto-Iseo 73-65; Lumezzane-Valceresio 65-69.

LA CLASSIFICA: Piadena 26; Pizzighettone, Gazzada 20; Soresina 18; Lumezzane, Prevalle, Milano3 16; Cermenate, Nerviano 14; Valceresio, Hydrotherm Busto, Gallarate, Romano 12; Gardone 10; Iseo 6.

Precedente Iseo prima avversaria nella Poule Promozione Successivo Primo viaggio a Est dell'Hydrotherm, domenica si va a Gardone Val Trompia