Under 18 2017/18 – Calendario e Risultati

UNDER 18 2017/18
CALENDARIO e RISULTATI

– 2a FASE – GIRONE VARESE SILVER 5 –

1° giornata di andata
(11/1) CORBETTA BASKET CLUB – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 75-70 (06-22; 28-41; 45-58)
CORBETTA: Carnevale 18, Villa 15, Passerini 10, Pastorino 9, Chiesa 8, De Franco 6, Boglioni 4, Tansini 3, Pinello 2, Garigioli, Garavaglia, Cesari. All. Nava.
BUSTO: Ferrario 29, Barbarini 12, Verde 10, Falco 6, Marghella 6, Ripoldi 3, Guzzi 2, Rossi 2, Cristina, Evi, Travaini, Tesser.  All. Pamio.
L’Hydrotherm si arrende a… Gianni Nava. Il coach della prima squadra, infatti, supera i nostri Under 18 alla guida dei pari categoria di Corbetta, formazione molto giovane, composta da otto ragazzi del 2002. Dopo un inizio molto promettente dei ragazzi di coach Pamio  (5-14 al 5’), la squadra di Corbetta, sospinta da Carnevale, si avvicina fino al 16-23 di fine primo quarto.
Busto continua ad attaccare la zona di Corbetta con tiri da fuori (chiuderà con un 5/18 da tre) che non centrano il bersaglio e con una pessima percentuale da due (19/51 da 2 37%) e soluzioni isolate che consentono a Corbetta di riavvicinarsi fino al 34-36 di metà partita. All’inizio del terzo quarto un parziale di 10-2 fa scappare i padroni di casa mentre Busto continua a girare a vuoto con tiri da fuori e poco gioco di squadra; nemmeno il time-out chiamato dalla panchina bustocca al 23’ ferma l’emorragia, anzi Corbetta continua a colpire fino al 62-43 del 30’. 
Nell’ultimo  quarto Busto riesce finalmente ad esprimere qualcosa di buono e con Ferrario (29 punti di cui 15 nel 4° quarto), Marghella e Verde avvicina Corbetta (66-58 al 35′). Una bomba di Falco vale addirittura il -3, ma ormai è troppo tardi e la partita meritatamente termina in favore di ragazzi di Gianni Nava. 
Un abbraccio a fine partita tra i due coach chiude la contesa: Corbetta gioisce, Busto recrimina per  non essere stata costante e soprattutto per non aver fatto valere la maggior esperienza.

2° giornata di andata
(18/1) ARLUNESE – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 71-72 (21-15; 35-38; 47-49)
ARLUNO:  Rau 17, Simonetti 13, Sciucca 8, Eco 7, Brambilla 7, Sampietro 6, Bertoni 6, Arianese 5, Badjang 2, Galimberti, Pupeschi. All. Cassarino. 
BUSTO: Ferrario 40, Verde 18, Barbarini 6, Marghella 4, Cristina 2, Falco 1, Ramazzina 1 , Colombo, Crespi, Guidali, Travaini, Tesser.  All. Pamio.
L’Hydrotherm riscatta il passo falso dell’esordio andando ad espungare il campo di Arluno. Busto parte molte bene sull’asse Verde-Ferrario e si porta sul 6-13 a metà del periodo iniziale; poi Arluno ricuce con una difesa a tutto campo che costringe i ragazzi di coach Pamio a qualche persa di troppo e, con le tre triple di Eco, Sciucca e Brambilla, chiude addirittura avanti (21-15 al 10′).
Il secondo quarto è un capolavoro dei ragazzi di coach Pamio che, al 14’, dopo un parziale di 2-10, mettono la freccia sospinti da un Ferrario efficacissimo (25 all’intervallo, alla fine saranno 40  con 15 su 20 da 2, 2 su 5 da 3, 4 su 9 ai liberi, 16 rimbalzi, 10 falli subiti, unico neo le 7 palle perse) e mantengono fino all’intervallo il vantaggio (35-38 al 20′). 
Nel terzo quarto non si segnalano scossoni, le squadre sembrano bloccate, timorose di sbagliare. Al 27’, sul punteggio  di 45 pari, si infortuna il bustese Barbarini; c’è posto ancora per uno spunto di Verde (per lui 6 punti nel quarto – alla fine saranno 18 con 8 su 13 da 2, 2 su 4 ai liberi e 2 assist) che con un canestro da centro area fissa il punteggio sul 47 a 49 di fine terzo quarto.
L’ultimo quarto è una partita nella partita: le due squadre combattono punto a punto, al 32’ Busto conduce 52 a 56, al 36’ Arluno sorpassa fino al  65 a 62. Poi Marghella con un contropiede e 2 liberi riporta Busto in scia, mentre 8 punti della coppia Verde-Ferrario ci consentono di operare quello che sarà il definitivo sorpasso (71-72 al 39’33”). Negli ultimi 27 secondi Arluno insegue invano la vittoria, ma Busto chiude tutti i varchi strappa il primo referto rosa della seconda fase.
«Partita molto fisica – commenta coach Pamio a fine partita – , abbiamo mostrato tanto carattere e soprattutto non abbiamo avuto i soliti cali di concentrazione, l’unico si è registrato a fine primo quarto».

3° giornata di andata
HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – FCL CONTRACT CANEGRATE 62-40 (13-2; 28-17; 48-24)                          
BUSTO: Ferrario 27, Ripoldi 8, Verde 6, Cristina 4, Falco 4, Rossi 4, Gucci 3 , Evi 3, Guzzi 3, Colombo, Pedrotti, Tesser.  All. Pamio.
CANEGRATE:  Demaj 12, Balanta 9, Testa 6, Bollati 4, Grassi 3, Lula 2, Losa 2, Broggini 2, Bitetti, Benetti, Roseti, Sellaro. All. Fogù.
Dopo i primi minuti di studio, con errori sui due fronti, Busto prende il largo colpendo con tutti i ragazzi del quintetto fino al 9 a 2 del 6’, gli ultimi minuti sono molto caotici senza sussulti fino al 13 a 2 di fine quarto.
Il secondo quarto è sostanzialmente equilibrato, si distingue Ferrario sul fronte bustese per lui 10 punti nel quarto  (saranno 27 alla fine con 6 su 11 da 2,  3 su 9 da 3, 6 su 8 dalla linea della carità, 8 rimbalzi) e Demaj con 7 punti , bellissima l’azione di fine quarto dove Verde smarca Ferrario sotto canestro.
Dopo il sermone durante l’intervallo di coach Pamio, Busto entra con altro piglio e con un fluido gioco di squadra  riesce a colpire il canestro avversario con continuità ed a difendere spesso con successo sugli attacchi ospiti, si segnalano i rimbalzi di Cristina e  Ripoldi (entrambe a 10), il quarto finisce 20 a 7. L’ultimo periodo è sostanzialmente equilibrato, vede il massimo  vantaggio di Busto sul 58 a 30 sulla terza bomba di Ferrario, poi Canegrate gradualmente si riavvicina fino al 62 a 40 finale.
Coach Pamio, contento del risultato, riconosce i miglioramenti dei suoi ragazzi, nell’approccio alla partita e soprattutto nel brillante terzo quarto, dove i ragazzi hanno giocato insieme, tralasciando le giocate da singoli che spesso hanno macchiato le nostre prestazioni. “Dobbiamo continuare a lavorare su questi aspetti – conclude il coach – ma anche sull’approccio alla partita dei ragazzi , spesso dopo il primo errore perdono brillantezza”.

4° giornata di andata
NERVIANO – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 76-67 (18-21; 41-36; 57-70)
NERVIANO: Zampieri 29, Cozzi 14, Della Vedova 13, Giarruzzo 5, Aquilotti 5, Dal Barco 4, Solidoro 2, Driol 2, Ballone 2, Zambelli, Bonissi, Santambrogio. All. Cattaneo.
BUSTO: Ferrario 33, Rossi 12, Falco 7, Colombo 5, Cristina 4, Evi 3, Ramazzina 3, Marghella, Massari, Tesser. All. Pamio.
I ragazzi di coach Pamio partono a razzo, 8-0 al 3’ sull’asse Ferrario – Ramazzina, coach Cattaneo chiama time-out e la partita cambia, Nerviano con Zampieri (7 punti nel quarto – saranno 29 alla fine) e Cozzi (6 punti nel quarto con due pregevoli bombe – alla fine segnerà 14 punti con ben 4 bombe) ricuce fino al 12-12 del 7’, poi Busto riallunga fino al 18-21’ di fine primo quarto, splendido un assist di Marghella per Ferrario che raccoglie in volo ed appoggia a canestro.
Anche il secondo quarto vede dapprima un allungo di Busto fino al 21-31 del 15’ con Ferrario (13 punti nel quarto – 33 alla fine con 10 su 15 da 2, 1 su 8 da 3, 10 su 16 ai liberi, 13 rimbalzi, 15 falli subiti, 7 palle recuperate, 5 palle perse) , poi Nerviano con qualche contropiede e molta pressione riavvicina Busto 30-34 al 18’ e con un finale di tempo in gas con un parziale di 11 a 2 chiude il quarto sul 41 a 36.
Il terzo quarto riprende con Nerviano che allunga ancora 50 – 41 al 25’, Busto prova a rientrare ma non vva oltre il 50 – 57 di fine quarto.
Anche nell’ultimo quarto Nerviano continua a colpire il canestro Bustese ed allunga fino a +13 del 37’. La partita sembra chiusa, ma Busto sospinto da Evi (per lui 5 recuperi), Rossi (6 punti nel quarto) , Colombo, Falco (una splendida bomba) e Ferrario hanno un sussulto e dopo un parziale di 6-0 si riportano a meno 5 a poco piu’ di un minuti dalla fine e qui finisce la benzina e Nerviano conquista il suo primo referto rosa. Bella partita tra due buone squadre, che si sono fronteggiate a viso aperto, nella partita si sono particolarmente distinti Zampieri per Nerviano e Ferrario per Busto. Coach Pamio a fine partita afferma «di essere contento della prestazione della squadra, con le molte assenza di stasera non si poteva far di più, torniamo ad allenarci per preparare le prossime partite».

5° giornata di andata
(6/2) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – SPORTLANDIA TRADATE 61-54 (18-16; 35-27; 47-45;)
BUSTO: Ferrario 25, Verde 12, Cristina 12, Evi 9, Ripoldi 2, Pedrotti 1,Gucci 0 , Guzzi 0, Colombo 0, Marghella 0, Guidali 0, Arosio 0. All. Pamio.
TRADATE: Codato 14, Marangoni 12, Colombo 12, Castiglioni 8, Manescalchi 4, Cherubin 2, De Benedetto 2, Premazzi, Stellini, Sommaruga, Mora. All. Bardelli.
Primo quarto molto equilibrato dove si distinguono Cristina e Verde sul fronte bustocco con 6 punti a testa e nella squadra di Tradate Colombo (5 punti) e Codato (7 punti), al 10’ Busto è avanti 18 a 16. Nel secondo quarto Busto, sospinta dal bomber Ferrario (25 punti alla fine oltre a 20 rimbalzi) allunga fino al 35-27 del 20’. Nel terzo quarto Tradate si riavvicina con alcune belle iniziative di Castiglioni (per lui 6 punti nel quarto) fino al 47 a 45 del 30’.
All’inizio del 4° quarto Tradate pareggia a 48, poi un paio di recuperi di Evi (per lui 7 punti nel quarto,9 alla fine conditi da 8 rimbalzi e 3 assist) consentono a Busto di allungare fino al 61-54 del 38’40”.
Gli ultimi 80” non servono a cambiare il risultato, Busto conquista il terzo referto rosa e si augura di cambiare marcia per poter competere con le capoliste Sangiorgio e Lonate.

6° giornata di andata
(13/2) LONATE POZZOLO – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 63-62 (13-09; 27-27; 43-39)
LONATE P.: Paiusco A.N. 30, Paiusco D.G. 10, Testi 8, Giacoia 6, Ligori 4, Bernardinello 3, Bottini 2, Cassinerio 0, De Santis 0, Battistella, Meraviglia, Bollazzi. All. Corbella.
BUSTO: Ferrario 18, Ramazzina 13, Cristina 7, Verde 7, Rossi 6, Falco 5, Colombo 4, Ripoldi 2, Marghella, Pedrotti, Travaini, Tesser. All. Pamio.
Partita per cuori forti , dopo tre tempi, dove le due squadre si sono sostanzialmente equivalse, vantaggi massimo 6 punti per Lonate e 4 per Busto, molti errori al tiro e tante palle perse, la partita si scalda all’inizio del 4° quarto.Lonate sotto la spinta dei gemelli Paiusco (30 per Andrea e 10 per Daniele) allunga prima sul +7 (50 a 43 del 35’) poi dopo un fallo antisportivo a Verde e tecnico al coach di Busto Pamio, Lonate comanda 58 a 48 al 36’30”. La partita sembra chiusa, ma Busto gioca le ultime sue carte, pressione a tutto campo e sotto la spinta di Ferrario (18 punti con 6 su 17 da 2, 6 su 16 ai librti, 17 rimbalzi e 19 falli subiti), Verde con una splendida bomba, un Ramazzina arrembante (7 punti nell’ultimo quarto) e la pressione di Ripoldi e Cristina, piazzano un parziale di 5-12 negli ultimi 3’. A 8” dalla fine il punteggio è quindi di 63 a 60. 
L’ultima azione d’attacco dei ragazzi di coach Pamio, dopo due liberi sbagliati da Lonate, vede Colombo al tiro da 3 sulla sirena fermato fallosamente e quindi può pertanto tirare tre liberi per il pareggio, purtroppo il 2 su 3 dalla linea della carità fissa il risultato sul 63 a 62 per Lonate. Complimenti a Lonate che conferma così la seconda piazza nel girone dietro la Sangiorgese, la squadra di coach Corbella ha mostrato un ottimo gioco di squadra dove sono emerse la personalità dei gemelli Paiusco. La sconfitta di Busto ha in po’ cause, sicuramente un po’ di nervosismo, una bassa percentuale ai liberi inoltre stasera è mancato il gioco di squadra e le soluzioni individuali adottate per 35’ hanno prodotto solo 43 punti (19 negli ultimi cinque minuti). Appuntamento ora a Martedì prossimo per la sfida alla capolista, non resta che riaprire il cantiere e tornare al lavoro.

7° giornata di andata
(20/2) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – SANGIORGESE BASKET 41-108 (07-30; 14-53; 29-77)
BUSTO: Ramazzina 14, Ferrario 11, Verde 4, Falco 3,Cristina 2, Colombo 2, Crespi 2, Evi 2, Rossi 1, Marghella, Pedrotti, Travaini, Tesser. All. Pamio.
SANGIORGESE: Leoni 24, Radice 22, Sciarrabba 13, Bottini 10, Saluto 9, Sartorelli 8, Mazzitelli 8, Arioli 4 , Masi 4, Belotti 3, Valota 3, Palumbo 0. All. Poletti.
Sangiorgese sospinta dai canestri di Radice (11 punti nel 1° quarto con 3 triple) e Leoni, supportata da una difesa a tutto campo che mette dall’inizio pressione sulle guardie bustocche (6 perse nei primi 5 minuti – saranno 37 alla fine) prende subito il largo 2 -12 al 4’, nemmeno il time-out rianima i ragazzi di coach Pamio e dopo 6 triple il quarto si chiude sul 7 -30.
Anche il secondo quarto, dopo i minuti iniziali combattuti con molti errori da ambo le parti, vede Sangiorgio allungare gradualmente fino al 14-53 di metà partita.
Il tema non cambia nemmeno negli ultimi due quarti, Sangiorgio non molla niente, pressa a tutto campo dopo ogni canestro realizzato e costringe Busto ad attacchi approssimativi che comportano tante palle perse fino al risultato finale di 41 – 108 che incorona Sangiorgio regina incontrastata del girone 5.
Complimenti a coach Poletti ed alla squadra di Sangiorgio, hanno mostrato un notevole affiatamento ed una capacità di attaccare il canestro da qualsiasi parte, le 12 triple evidenziano questo.
Coach Pamio a fine partita si complimenta con il coach ed i ragazzi di Sangiorgio, parlando dei suoi ragazzi sussurra “Forse non siamo entrati in campo!”.

1° giornata di ritorno
(27/2) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – CORBETTA 69-73 (17-16; 30-34; 56-53)
BUSTO: Ferrario 19, Ramazzina 14, Verde 12, Falco 8, Rossi 4, Cristina 4, Pedrotti 4, Evi 2, Pupo 2, Colombo, Travaini, Arosio. All. Pamio.
CORBETTA: De Franco 24, Passerini 17, Carnevale 13, Chiesa 13, Garigioli 6, Pastorino, Boglioni, Caruso, Pelosi, Cesari. All. Nava.
Corbetta replica la vittoria dell’andata, espugnando il Pala Ariosto di Busto, al termine di una partita che ha visto le due squadre affrontarsi a viso aperto e che è stata in bilico fino alla fine. L’inizio vede i giovani ragazzi di coach Nava scappare fino al 4-9 del 5’ con Carnevale a colpire da sotto e dall’arco per lui 7 punti nel primo periodo, poi Busto coi canestri di Ramazzina , Ferrario e Verde si riavvicina ed un canestro di Verde sulla sirena porta Busto al primo stop sul 17-16. Un po’ di perse di Busto, qualche rimbalzo in attacco e una serie di quattro canestri di fila di Chiesa riportano avanti Corbetta e malgrado un buon impatto di Falco dalla panchina (5 punti nel quarto) al 20’ Corbetta è avanti 30 -34. I ragazzi di coach Pamio , al rientro dall’intervallo lungo si riportano in parità al 25’ sul 43, poi allungano fino al +8 del 27’ 51 a 43 con alcuni contropiedi pregevoli di Ramazzina e alcune conclusioni acrobatiche di Ferrario, poi dopo un time-out di coach Nava, Corbetta sull’asse De Franco-Passerini si riaccoda fino al 56-53 del 30’. L’ultimo quarto vede ancora avanti Busto fino al 66 – 62 del 35’, poi Corbetta con De Franco (per lui 14 punti consecutivi tra fine 3° ed inizio 4° quarto) e con un buon canestro di Timoty Passerini impatta sul 69 al 37’. Tommy Ramazzina in contropiede scivola mentre sta per appoggiare a canestro, infortunandosi alla caviglia abbandona così la contesa (per lo sfortunato bustocco è il secondo infortunio dopo quello patito all’altra caviglia lla prima di campionato). Due liberi di Chiesa portano avanti Corbetta (69-71), Busto sbaglia quattro volte dalla linea della carità e Passerini chiude la partita con un contropiede quando manca un minuto alla fine. Coach Pamio chiama time-out, al rientro Busto non trova più il canestro e così vince Corbetta.

2° giornata di ritorno
(6/3) HYDROTHERMBUSTO ARSIZIO – B. C. ARLUNESE 83-88 (17-16; 40-29; 58-54)
BUSTO: Ferrario 37, Ripoldi 14, Cristina 12, Falco 9, Crespi 8, Guzzi 2, Marghella 1, Rossi, Gucci, Pupo, Travaini. All. Pamio.
ARLUNO: Bertoni 20, Simonetti 17, Rau 13, Sampietro 9, Arianese 9, Brambilla 8, Eco 7, Sciucca 3, Galimberti 2, Interlenghi . All. Cassarino.
L’Arlunese riscatta la sconfitta dell’andata espugnando il Palariosto con un ultimo quarto pirotecnico, nel quale ha recuperato e distanziato Busto con un parziale di 0-14 (tra il 30’ e 34’) fino al finale di 83-88 (nel quarto 25-34). La squadra di coach Pamio era partita molto bene, 8-0 al 4’ spinta da Ferrario (37 punti con 8 su 16 da 2, 4 su 6 da tre, 9 su 11 dalla lunetta) . Il divario nel secondo periodo si allarga fino al 36 – 18 del 14’. Poi Arluno, sul finire del 2° quarto, con qualche spunto di Simonetti e Arianese e con una serie di liberi riduce il gap fino al 40-29 di metà partita. Anche nel terzo quarto, Busto fatica ad attaccare, l’Arlunese pressando a tutto campo, recupera molti palloni e con alcuni magistrali contropiedi è oramai a ridosso di Busto (50-46 al 27’) fino al 58-54 del 30’. L’ultimo quarto come già deto , vede volare Arluno verso la vittoria, Busto riduce il disavanzo fino al 72 a 75 del 37’ con i canestri di Ferrario e Ripoldi, gli ultimi attacchi bustocchi non trovano la retina ed i ragazzi di coach Cassarino, con un Bertoni imprendibile nell’ultimo quarto escono con un meritato referto rosa.

3° giornata di ritorno
(14/3) FCL CONTRACT CANEGRATE – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 66-60 (18-11; 36-24; 46-43)
CANEGRATE: Testa 22, Grassi 14, Lula 10, Benetti 4, Sellaro 4, Scazzosi 3, Balanta 3, Gallo Stampino 2, Mericco 2, Bollati 2, Bitetti, Broggini. All. Fogù.
BUSTO: Verde 16, Cristina 13, Guzzi 8, Marghella 7, Crespi 6, Tesser 5, Rossi 3, Falco 2, Colombo, Travaini, Massari, Pupo. All. Pamio.
Buona partenza dei ragazzi di coach Pamio 0-4 al 2’ sull’asse Verde – Crespi, poi dopo il time-out di coach Fogù, con Grassi e Sellaro Canegrate impatta a 9 al 6’ e poi allunga fino al 18 – 11 di fine quarto.
Nel 2° quarto sospinti da un precisissimo Testa (x lui 10 punti nel quarto) Canegrate prova ad allungare ma il quintetto naniforme di Busto contiene il divario fino al 25-18 del 17’ con alcune iniziative di Tesser (5 punti nel quarto) e Marghella (4 punti nel quarto). Poi improvvisamente in casa bustocca si spegne la luce e il divario in favore di Canegrate si amplia fino al 36-24 di metà partita.
Dopo un paio di perse dei ragazzi di busto, in avvio di terzo quarto Canegrate tocca il massimo vantaggio sul 38-24, poi come d’incanto i ragazzi di coach Pamio trovano un buon ritmo e sospinti da Verde (16 punti con 8 su 16 da 2, 4 rimbalzi e 4 assist), Cristina (13 punti con 6 su 8 da 2, 2 stoppate e 9 rimbalzi) e Crespi (6 punti, 8 rimbalzi e purtroppo 6 perse) recperano fino al 44-43 del 29’20”. Un canestro del solito Testa inchioda il 46 a 43 di fine terzo quarto.
L’ultimo quarto vive sul filo dell’equilibrio, una bomba di Rossi (di tabella) permette a Busto di impattare sul 46 al 31’. Canegrate più volte allunga sul +6, Busto rientra fino 57-55 del 37’, l’ultimo ad arrendersi sul fronte bustocco è Guzzi (6 punti nell’ultimo quarto con una bomba telecomandata) poi Grassi e Lula segnano i canestri decisivi che permettono a Canegrate di conquistare un prezioso referto rosa.

4° giornata di ritorno
(24/4) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – NERVIANESE 

5° giornata di ritorno
(28/3) SPORTLANDIA TRADATE – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 72-60

6° giornata di ritorno
18545 PALL. BUSTO ARSIZIO – G.S. BASKET LONATE
Mar. 10/04/2018 h.19:30 PALARIOSTO – Via L. Ariosto 3 – BUSTO ARSIZIO – (VARESE)
7° giornata di ritorno
18549 SANGIORGESE BASKET – PALL. BUSTO ARSIZIO
Mer. 18/04/2018 h.21:30 PALABERTELLI – Via Del Campaccio 52 – SAN GIORGIO SU LEGNANO – (MILANO)

 

– 1a FASE – GIRONE 5 VARESE –

1° giornata
HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO-Basket CassanoMagnago 100-30 (27-8; 67-18; 83-23)
BUSTO: Barbarini 10, Crespi 9, Cristina 4, Evi 6, Ferrario 23, Guzzi 8, Marghella 2, Ramazzina 10, Ripoldi 2, Rossi 16, Verde 10. All. Pamio.
Ottimo esordio per i nostri Under 19. Oltre al solito Ferrario vanno segnalati Rossi, secondo miglior marcatore della gara (16 punti di sostanza), Ripoldi, capace di catturare 8 rimbalzi, e la doppia cifra raggiunta nel neo-arrivato Barbarini, segno che l’integrazione nel gruppo procedere a passo spedito. Nulla da dire sull’andamento di una gara da subito a senso unico in nostro favore, a partire dal +20 con cui abbiamo chiuso la prima frazione. Da circoletto rosso il recupero condito da schiacciata in contropiede di Ferrario.

2° giornata
RIPOSO

3° giornata
Sangiorgese-HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 103-68
(28-13: 49-36; 71-58)
BUSTO: Barbarini  25, Cristina  10, Verde 8, Crespi 6, Falco 6, Evi 6, Rossi 3, Ripoldi 2, Tesser 2, Pedrotti, Colombo, Arosio. All. Pamio.
Dopo la prima fase di studio  (7-7 al 4’) con Barbarini a  segno 2 volte (chiuderà con 25 punti e 6 rimbalzi), Sangiorgio allunga grazie a una serie impressionante di triple, fino a chiudere il periodo con 16 punti di vantaggio. Nel  secondo periodo sull’asse Verde (8 punti, 3 assist e 8 falli subiti), Cristina (10 punti e 10 rimbalzi) ed un buon contributo della panchina,  Busto si riavvicina fino al 49-36 del riposo lungo. Al rientro dagli spogliatoi si vede una squadra senza paura che con Crespi, Falco (2 triple) e Barbarini colpisce ripetutamente dall’arco: al 28’ Busto è addirittura tornata a -2 (56-54). Un paio di perse, la stanchezza e la superiore stazza e atleticità di Sangiorgio ci ricacciano a – 13 alla terza sirena. L’ultimo quarto, purtroppo, ricomincia male; un time-out di coach Pamio ricarica per un attimo i ragazzi, ma Sangiorgio, grazie al contropiede, allarga il divario fino all’impietoso verdetto finale. Coach Pamio a fine partita dice di essere contento perché per una trentina di minuti siamo stati in partita e senza assenze avremmo forse potuto giocarcela fino in fondo. Sangiorgio si è dimostrata un bella squadra completa in tutti i reparti.

4° giornata
HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO-Lonate Pozzolo 60-50 (15-9; 30-25; 46-35)
BUSTO: Crespi 14, Ferrario 12, Barbarini 9, Verde 6, Cristina 6, Ripoldi 4, Guzzi 3, Rossi 2, Evi 2, Pupo 2, Tesser , Massari. All. Pamio.
Busto parte bene (7-0 al 4’) con Cristina da fuori , una bomba di Guzzi e poi ancor capitan Cristina da sotto. Poi il gioco corale degli Under 18 si inceppa: forse convinti di poter disporre facilmente di Lonate, i ragazzi di coach Pamio si intestardiscono in giocate individuali, subendo alcuni canestri senza opporre resistenza (9-9 all’8′). Un canestro di Crespi (14 punti 3/6 da 3, 2/3 da 2 e 1/2 dalla lunetta) e due canestri di Ferrario (12 punti e 8 rimbalzi) fissano il risultato sul 15 a 9. Il secondo periodo è equilibrato, ci sono ampie rotazioni da ambo le parti; da segnalare una bomba di Crespi, il primo canestro del 2001 Pupo e qualche buon recupero di Ripoldi.
Al rientro dagli spogliatoi, Busto parte con altro piglio e in pochi minuti, sull’asse Verde-Crespi-Ferrario, la squadra di coach Pamio allunga portandosi avanti di 13 (40-27 al 24’), un gioco da tre punti di Ferrario pone fine al terzo quarto sul 46-35. L’ultimo quarto non mostra particolari sussulti, si segnala qualche buon canestro di Barbarini (9 punti, 2 palle recuperate ma 0/9 da tre) , il divario si mantiene sui 10 punti a favore di Busto fino alla fine (60-50). Coach Pamio, a fine partita, si è detto contento del risultato, ma sottolinea come nella partita odierna sia mancata la voglia di giocare di squadra, sia in attacco che in difesa; occorre ora lavorare su questo aspetto che non è fisico-tecnico ma mentale. 

5° giornata
(7/11) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – FCL Canegrate 70-59 (19-05: 35-25; 48-40)
BUSTO:
Ferrario 20, Ripoldi 12, Barbarini 12, Verde 11, Cristina 5, Pedrotti 4, Marghella 2, Rossi 2, Falco 2, Crespi, Guzzi, Pupo. All. Pamio. 
Terza vittoria stagionale per i ragazzi di coach Alessandro Pamio. Busto inizia a tutto gas: 10-0 al 5’ con Barbarini (12 punti con 4 su 11 da 2, 1 su 4 da 3 e 1 su 2 dalla lunetta) e Ferrario (20 punti con 8 su 19 da 2, 1 su 9 da 3 e 14 rimbalzi) a colpire prima da tre e poi da sotto. Il buon gioco corale permette all’Hydrotherm di allungare fino al +14 del 10′.
A questo punto però inizia un’altra partita: Busto si spegne e Canegrate, poco alla volta sotto la spinta di Sellaro e Magagnini (15 punti con 3 bombe), si riavvicina; serve un buon Ripoldi (alla fine saranno 12 con 4 su 12 da 2 e 4 su 5 ai liberi con 7 rimbalzi) per tenere il vantaggio in doppia cifra. Il 3° quarto inizia con Busto che allunga fino al +16 sotto la spinta di Verde (11 punti 2 su 5 da 2 , 1 su 1 da tre e 4 su 4 dalla lunetta), poi però i padroni di casa si bloccano di nuovo, dimenticando la coralità, scegliendo azioni personali, spesso forzate e purtroppo sbagliate. Canegrate con un paio di bombe ricuce fino al 48 a 40 di fine terzo periodo. In avvio di ultimo quarto qualche buono spunto di Marghella (canestro, assist e palla recuperata), due giochi da tre punti di Ripoldi e una bomba di Verde permettono di arrivare a +15 e controllare nel finale.

6° giornata
(14/11) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO-Sportlandia Tradate 77-75 (13-10; 39-37; 55-55)
BUSTO: Ferrario 17, Verde 16, Ripoldi 10, Barbarini  9, Rossi 8, Guzzi  6, Cristina 4, Evi  4, Marghella 2, Pedrotti 1, Crespi, Colombo. All. Pamio. 
L’Hydrotherm fa poker al termine dell’avvincente match con Tradate; i giovani ospiti di coach Max Frontini – formazione interamente 2001 – hanno saputo tenere sempre testa ai bustocchi durante una gara in cui, da ambo le parti, il massimo vantaggio è stato di appena 6 punti. Dopo le prime schermaglie, con varie palle perse di entrambe le squadre, Busto prende un leggero vantaggio (9-4 al 5’) con due canestri da centro area di Guzzi (6 punti tutti nel primo quarto con 3 su 4 da 2 e  6 rimbalzi) ed una bomba di Verde. Nel momento in cui sembra che i ragazzi di coach Pamio possano prendere il sopravvento, qualcosa si inceppa: una serie di perse banali ed alcune leggerezze difensive consentono a Tradate, sotto la spinta di un ottimo Peruzzu  (21), di accorciare fino al 13 a 10 di fine periodo.
Il secondo quarto vede gli attacchi prendere il sopravvento sulle difese. Ferrario (17 punti con 3 su 13 da 2, 1 su 4 da 3, 8 su 10 ai liberi, 8 falli subiti, 13 rimbalzi e 2 stoppate) e Barbarini (9 punti in 13’ minuti giocati con 4 su 7 da 2) rispondono colpo su colpo alle scorribande di Tradate (8 punti di Belegu nel quarto). All’intervallo Busto conduce 39  a 37, grazie anche a due stoppatone di Lorenzo Ferrario negli ultimi secondi. 
Alla ripresa delle ostilità passano più di due minuti prima che Verde (16 punti con 2 su 5 da 2, 2 su 3 da 3, 6 su 10 ai liberi, 7 falli subiti, 3 assist) sblocchi il punteggio. Ma è Tradate a piazzare uno 0-8, costruito grazie alla pressione a tutto campo, e a passare per la prima volta in vantaggio. Quando Busto sembra sul punto di cedere, l’ingresso di Ripoldi (10 punti  1su 2 da 2, 1 su 2 da 3 e 5 su 6 dalla linea della carità oltre a 6 rimbalzi), Marghella(2 punti, 2 assiste e 2 recuperi) e Rossi (8 punti con 4 su 7 da 2) dà sostanza sia in difesa che in attacco. Morale: perfetto equilibrio ristabilito alla terza sirena. 
In avvio di ultimo periodo Tradate prova nuovamente la fuga (55 a 61 al 33’), ma i biancorossoblu rispondono con Ripoldi, Rossi e Verde, agganciando poco dopo a quota 66. Busto ha la forza di ripartire immediatamente: una bomba di Ripoldi e 5 punti di Verde danno il +5 ai padroni di casa (74 a 69 al 38’), vantaggio che i tradatesi non riusciranno più a recuperare nonostante una tripla di Castiglioni. Un libero di Verde chiude definitivamente la contesa. 
Coach Alessandro Pamio, a fine partita, dice di essere contento per il risultato e per come la squadra ha giocato alcuni stralci di match: «Abbiamo finalmente difeso – commenta il tecnico bustocco -, soprattutto nell’ultimo quarto, mostrando degli attributi che abbiamo e che spesso dimentichiamo di avere. La strada è ancora lunga, visto che ci prendiamo troppe pause e non siamo ancora in grado di ragionare con continuità, subiamo spesso il pressing organizzato degli avversari».

7° giornata
(23/11) Stella Azzurra Castano – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 52-46 (8-10: 15-20; 33-28)
BUSTO: Ferrario 15, Verde 12, Crespi 7, Falco 4, Evi 4, Guzzi 2, Rossi 2, Cristina 0, Marghella 0, Ripoldi 0, Tesser 0, Arosio 0.  All. Pamio.
La corsa dell’Hydrotherm si ferma a Castano Primo, contro una squadra tignosa che, prima dell’incontro aveva lo stesso record dei bustocchi (4 vinte e 1 persa). Primo tempo favorevole i ragazzi di Alessandro Pamio (+5 esterno al 20′). Dopo l’intervallo la squadra di casa ha cambiato approccio mettendo pressione con una difesa maschia ai bustocchi che, innervositi, hanno sciupato il vantaggio fino al 39-32 del 34’. Busto però, sulla spinta di Verde (6 su 8 da 2, 0 su 2 da 3), Ferrario (6 su 19 da 2, 0 su 4 da 3, 3 su 4 dalla linea della carità, 12 rimbalzi e 3 assist) e Crespi (7 punti 1 su 1 da 2, 1 su 2 da 3 e 2 su 2 ai liberi e 2 assist) riacciuffa i fuggiaschi a quota 46. Ma, dopo aver subito un canestro dei castanesi, viene sanzionato un tecnico alla nostra panchina – pare per una parola inadeguata di un ragazzo – mentre, sul possesso successivo, l’arbitro sanziona un fallo tecnico a Crespi e successivamente lo espelle.  
“Peccato perché era una partita che si poteva vincere – commenta coach Pamio a fine partita – non siamo ancora pronti per vivere con coscienza partite di questo tipo, quando andiamo sotto nel punteggio, dimentichiamo di essere squadra e cerchiamo di vincere con giocate di singoli, purtroppo su un campo così piccolo non abbiamo potuto correre e non abbiamo trovato i tiri per farli uscire dal loro arrocco”.

8° giornata
(28/11) HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO – Junior Kniths Legnano 69-79 (17-32: 28-51; 49-67)
BUSTO: Verde 14, Crespi 11, Evi 11, Ripoldi 8, Cristina 7, Guzzi 5, Pedrotti 5, Falco 4, Rossi 2, Marghella 2, Gucci, Colombo. All. Pamio.
Busto si arrende alla capolista Legnano. L’inizio dei Knights di coach Tamborini è impressionante con tre triple nei primi 3′ di gara (4-11). La squadra di coach Pamio prova a scuotersi, colpisce con una tripla di Guzzi (5 punti nel quarto), ma è solo un momento di calma prima che la tempesta legnanese si abbatta di nuovo sui giovani bustocchi (17-32 al 10′). Il secondo quarto prosegue sulla falsa riga del primo e sembra che la partita non abbia molto da dire perché malgrado un buon impatto di Evi (11 punti 4 su 4 da 2, 4 falli subiti e 5 rimbalzi) e Crespi (11 punti con 1 su 3 da 2 ma 3 su 4 da tre e 4 rimbalzi) dalla panchina; gli ospiti, però, continuano a guidare con 20 punti di vantaggio (28-51 al 20′).
Dopo l’intervallo, Busto ha un sussulto: la difesa è più compatta e la palla gira con più fluidità. Verde (3 su 11 da 2, 1 su 3 da 3, 5 su 5 dalla lunetta) realizza 6 punti in un amen, poi è tutta la squadra che si muove come piace a coach Pamio, con aiuti, contropiedi e azioni ragionate fino al termine del quarto; si fa notare anche Pedrotti con un buon canestro da sotto ed una stoppatona. Il margine scende sotto quota 20. Ma è soprattutto nell’ultimo quarto che il cuore e l’impegno dei nostri under 18 risvegliano le gradinate del palAriosto: Evi e Ripoldi (8 punti, 7 falli subiti e 7 assist) suonano la carica, Crespi e Verde mettono una tripla a testa e riducono il distacco fino a 8 punti al 38’ (67 a 75). Evi recupera un’altra palla (alla fine saranno 4) ed imposta un nuovo attacco ma proprio sul più bello si spegne la luce; l’arbitro Munafò, molto attento, fischia un’accompagnata sacrosanta e per Busto si spengono le speranze di una rimonta, contro una squadra che al momento ci è sicuramente superiore (onore a Legnano). 
Coach Pamio a fine partita esclama “Secondo tempo da incorniciare” peccato per i primi due quarti “regalati”, potevamo forse giocare alla pari se ci fossimo fatti impressionare dal loro nome. Ora possiamo partire veramente convinti che anche noi possiamo dire la nostra con tutti.

9° giornata
(6/12) Draghi Gorlazy – HYDROTHERM BUSTO ARSIZIO 59-74 (6-22; 28-41; 45-58)                       
BUSTO: Ripoldi 19, Barbarini 14, Stefanazzi  11, Marghella  10, Caggiano 7, Cristina 6, Guzzi 5, Pedrotti  2, Guidali,  Massari. All. Pamio.
Busto si presenta a Gorla in formazione rimaneggiata con soli 10 elementi (esordio per i 2002 Caggiano e Stefanazzi). L’inizio dei ragazzi  di coach Pamio è arrembante, al 7′ il punteggio è di 2-16 sospinti da un Ripoldi  maestoso con 9 punti nel quarto (alla fine saranno 19 con 5 su 9 da 2, 3 su 8 da 3, 12 rimbalzi e 2 assist), Barbarini concreto (6 punti nel quarto – alla fine saranno 14 con 5 su 9 da 2, 1 su 9 da 3) e Cristina aspiratutto (6 punti, 18 rimbalzi ed una stoppata in 28 minuti), Gorla si intestardisce con il tiro pesante ma il fortino bustocco non cede fino al 6 a 22 di fine quarto.
Il secondo quarto, è molto equilibrato, i ragazzi di coach Marcato  sospinti  da Dell’Acqua e Frasconi cercano di ridurre il gap ma agli under bustocchi rispondono colpo su colpo con Marghella (10 punti con 3 su 6 da 2, 1 su 2 da 3 e 1 su 2 ai liberi, 3 rimbalzi e 3 assist), Stefanazzi (7 punti nel quarto saranno 11 alla fine con 4 su 6 da 2 e 3 su 4 ai liberi in 16 minuti)  e capitan Cristina fino al 28 a 41 della pausa. Dopo l’intervallo, la musica non cambia, sale alla ribalta l’altro 2002 Caggiano con alcuni canestri di pregevoli fattura (7 punti con 3 su 6 da 2 e 1 su 2 ai liberi e 1 assist), da urlo anche un canestro di Cristina su assist di Guzzi. Il parziale 17 a 17 produce il 45 a 58 del 30′.
Nell’ultimo quarto ci si aspetta l’arrembaggio di Gorla, ma i padroni di casa non riescono mai a ridurre lo scarto sotto i 10 punti (52 a 62 al 33’). Coach Pamio chiama timeout e i suoi ragazzi piazzano un parziale di 0-7 firmato da  Barbarini con una bomba  (dopo 7 errori da 3) e due canestri da centro area che di fatto chiudono la partita.
Coach Pamio a fine partita  è raggiante, chiama a raccolta i suoi ragazzi, si complimenta con tutti  e sottolinea che il “lavoro paga sempre”. La prima fase finisce qui con 5 vittorie e 3 sconfitte, i ragazzi sono ora pronti per la seconda fase speriamo piena di soddisfazioni.